PrestitoBPS

Cessione del Quinto della pensione 2021: come funziona.

Il 2020, un anno molto particolare sotto molti aspetti, sta per concludersi. L’emergenza Covid-19, al contrario di come si potesse pensare, non ha pesato sui rapporti tra istituti bancari e clienti. Anzi, ha favorito uno scenario in cui i tassi d’interesse hanno raggiunto dei livelli ai minimi storici e stanno consentendo alla clientela di sfruttare condizioni molto favorevoli.

Tra le varie forme presenti in un mercato sempre più dinamico e interessato, la Cessione del Quinto INPS, è tra quelle sicuramente più richieste ed apprezzate.

Cessione del Quinto: velocità e sicurezza

Grazie alla Convenzione che INPS ha stipulato con diversi Istituti di Credito, i pensionati hanno la possibilità di accedere al proprio credito in modo facile e sicuro. Avere un Ente Pensionistico che permette controllo e disciplina su tutte le operazioni, garantisce trasparenza e affidabilità. Inoltre trimestralmente l’INPS emette, contestualmente a Banca d’Italia e al MEF, i tassi soglia TAEG da utilizzare per i prestiti pagabili con Cessione del Quinto della pensione. Altro vantaggio della Convenzione INPS è la velocità massima nei tempi di erogazione, gestione e sviluppo pratica, in quanto l’intero processo avviene in forma telematica. Ciò ha permesso di rendere la Cessione del Quinto della Pensione come uno dei prodotti finanziari più rilevanti dell’intero scenario della concessione di credito.

Come ottenere la Cessione del Quinto

Ottenere la Cessione del Quinto sulla Pensione è facile, basta avere un trattamento pensionistico in corso, la rata fissa mensile potrà avere come limite massimo un importo, pari a un quinto della pensione e verrà addebitata da INPS in automatico sul trattamento di quiescenza. Inoltre la Cessione del Quinto della Pensione potrà essere dilazionato fino ad un massimo di 120 rate e sarà comprensiva di un’assicurazione, obbligatoria per legge, che garantirà da rischio premorienza. Il cliente e i suoi eredi sono tutelati al 100%. Vi è però un’età massima per poter richiedere una Cessione del Quinto a fine finanziamento senza motivazione e scopo del finanziamento, ed è di 90 anni.

La Cessione del Quinto può essere richiesta dai titolari di tutte le pensioni ad eccezione di assegni e pensioni sociali; nei casi di invalidità civili; di assegni mensili per l’assistenza ai pensionati per inabilità; di assegni di sostegno al reddito (VOCRED, VOCOOP, VOESO, CRED27, COOP28); di assegni al nucleo famigliare; di pensioni con contitolarità per la quota parte non di pertinenza del soggetto richiedente il prestito; di prestazione di esodo ex art. 4, commi 1-7 ter, legge 28 giugno 2012, n. 92; – APE Sociale.

Prima della scadenza originariamente fissata, la Cessione del Quinto può essere anche rinnovata (se decorsi i 2/5 del piano d’ammortamento), nell’ipotesi in cui il pensionato abbia bisogno di liquidità aggiuntiva, lasciando anche inalterata l’esposizione mensile.

La Cessione del Quinto è una soluzione facile e sicura per ottenere un prestito veloce che potrà aiutarvi a realizzare piccoli o grandi sogni.